Come migliorare il posizionamento su Google in 5 punti

posizionamento organico

Cos’è il posizionamento organico

Migliorare il posizionamennto su Google e quindi il posizionamento organico è la vita di ogni consulente SEO: il posizionamento organico non è altro che la posizione che una pagina di un sito internet occupa nei risultati di ricerca di Google. Posizione ottenuta in maniera “naturale” e non tramite l’utilizzo di annunci a pagamento.

Migliorare il posizionamennto su Google è la cosa che ogni consulente SEO persegue quotidianamente, per i suoi clienti e anche per il proprio sito.

Le tecniche e le strategie per ottenere il posizionamento organico nelle prime posizioni costituiscono l’essenza della SEO, ovvero dell’ottimizzazione siti web per i motori di ricerca.

Come migliorare il posizionamento su Google?

Prima di rispondere a questa domanda bisogna sapere come “ragiona” Google.

Google è il motore utilizzato da più del 90% degli utenti mondiali di internet.

I suoi creatori hanno voluto uno strumento che rispondesse alle ricerche su internet con i risultati migliori, che sapesse soddisfare al meglio gli intenti di ricerca.

L’intento di ricerca è il bisogno che un utente cerca di soddisfare quando si mette davanti ad un computer e digita delle parole nella barra di ricerca del motore.

Google vuole dare la risposta migliore, la più attinente, la più autorevole. Se la vostra pagina, per una data ricerca, soddisfa tali requisiti, comparirà davanti alle altre e avrà quindi un ottimo posizionamento organico.

Come fa Google a determinare il posizionamento organico?

Questo è quello che tutti i consulenti SEO vorrebbero sapere. Ce l’hanno davanti agli occhi ma non lo vedono. Ci sono molti fattori che condizionano il posizionamento organico ma il principale è come viene soddisfatto l’intento di ricerca. La pagina di cui vuoi migliorare il posizionamento su Google, soddisfa l’intento di ricerca? L’utente, dopo averla letta, potrà dire: ”era proprio quello che mi serviva?”.

Se non soddisfa un preciso intento di ricerca, difficilmente il suo posizionamento organico sarà buono.

Ovviamente altri fattori influiscono, e sono a conoscenza di tutti, ma solo questi non bastano.

Di siti molto ben ottimizzati a livello tecnico ce ne sono moltissimi, ma non è detto che siano in prima pagina di Google.

Come faccio a creare una pagina che soddisfi l’intento di ricerca e abbia un buon posizionamento su Google?

La risposta è così semplice che sembra quasi una presa in giro: digita in Google la ricerca per cui vuoi migliorare il posizionamento e guarda le prime dieci posizioni.

Ci sono tutorial, descrizioni, immagini, video, sono pagine lunghe, corte, ecc? Se sono in quella posizione è perché gli utenti le cliccano, ci restano un determinato tempo e magari passano pure ad un’altra pagina del sito. Questi comportamenti vengono interpretati da Google come soddisfazione, soddisfazione dell’intento di ricerca.

Se vuoi arrivare in prima pagina anche tu dovrai soddisfare allo stesso modo l’intento di ricerca: questo non vuol dire copiare, vuol dire strutturare la tua pagina allo stesso modo. Se nelle prime dieci posizioni ci sono pagine che per una data ricerca presentano video, tu con un testo di 2000 parole avrai poche possibilità.

Se vuoi correre in formula 1 devi avere un’auto da formula uno, non un’utilitaria!

A volte però vale anche la pena uscire dagli schemi…..

Quando migliorare il posizionamento su Google sembra impossibile

A volte ci si accorge che la prima pagina di Google, con i risultati organici, sembra inarrivabile.

Pagine perfette, siti con altissime authority e tantissime visite.

Che fare? Abbandonare?

Esistono alcune soluzioni per migliorare il posizionamento di una pagina.

Cambiare keyword

Una ad esempio può essere quella di cambiare parola chiave: attenzione, non intendo cambiarla totalmente, ma modificarla leggermente per renderla più specifica.

Ti faccio un esempio: la tua parola chiave è “hotel lago di Garda” ma con questa non ottieni risultati. Se la situazione te lo permette puoi provare con “hotel lago di Garda con piscina” o “hotel lago di Garda con SPA”. Il numero di ricerche per queste keyword più lunghe saranno sicuramente meno numerose, ma fatte da persone con le idee più chiare.

Inoltre è meglio essere cinque volte in prima pagina che venti in seconda o in terza, non trovi?

Aumentare l’authority

Oppure puoi concentrarti sull’authority, cercando di ottenere il maggior numero di backlink possibile che puntino alla tua pagina. Questo aiuterà la pagina a migliorare il proprio posizionamento su Google.

Aumentare le visite

Le visite (e la permanenza sulla pagina) sono fattori di ranking, ovvero usati da Google per stilare l’ordine di presentazione dei siti. Ora però ti starai chiedendo come fare ad aumentare le visite se non sei in prima pagina. Una soluzione semplice sono i social: condividi la tua pagina o il tuo articolo su quanti più social puoi, in questo modo aumenteranno le visite.

Se il contenuto è valido magari otterrai anche dei backlink da qualcuno che ha apprezzato il tuo lavoro.

Un buon posizionamento organico è frutto di un lavoro da portare avanti su più fronti e non si ottiene dal giorno alla notte.

Bisogna partire con contenuti validi e che soddisfino a pieno la search intent degli utenti e poi bisogna promuovere il contenuto: in questo modo potrai migliorare il posizionamento su Google e arrivare in prima pagina.

 

 

 

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn