Logo SimoneElle

pagine orfane

Cosa sono le pagine orfane

Indice dei Contenuti

Le pagine orfane sono pagine web che non hanno alcun collegamento ipertestuale in entrata da altre pagine del sito in cui si trovano. In altre parole, non esistono link interni che puntano a queste pagine, rendendole difficili da trovare per gli utenti e per i motori di ricerca.

Caratteristiche delle pagine orfane:

  1. Scarsa Accessibilità: senza link interni, queste pagine non sono facilmente accessibili agli utenti che navigano il sito.
  2. Assenza di Indicizzazione: i motori di ricerca possono avere difficoltà a trovare e indicizzare queste pagine, il che può influire negativamente sul loro posizionamento nei risultati di ricerca.
  3. SEO Negativa: la mancanza di collegamenti interni può ridurre il valore SEO della pagina, poiché i link interni sono uno dei fattori che i motori di ricerca considerano per determinare la rilevanza e l’importanza di una pagina.

Cause comuni delle pagine orfane:

  • Errore umano: la pagina potrebbe essere stata creata ma non collegata correttamente al resto del sito.
  • Cambiamenti strutturali: ristrutturazioni del sito o rimozione di pagine che avevano link verso la pagina in questione.
  • Obsolescenza: la pagina potrebbe essere diventata obsoleta e quindi esclusa dai collegamenti interni durante gli aggiornamenti del sito.

Come risolvere il problema delle pagine orfane:

  1. Audit dei contenuti: eseguire un audit completo del sito per identificare tutte le pagine orfane.
  2. Collegamenti interni: aggiungere link a queste pagine da altre parti del sito dove è pertinente.
  3. Mappa del sito: assicurarsi che la mappa del sito (sitemap) sia aggiornata e includa tutte le pagine, comprese quelle orfane.
  4. Strumenti SEO: utilizzare strumenti SEO come Google Search Console per individuare le pagine che non sono ben collegate all’interno del sito.

Affrontare il problema delle pagine orfane può migliorare significativamente la navigabilità del sito e la sua performance SEO.

Perché le pagine orfane possono danneggiare la SEO del tuo sito

Le pagine orfane possono danneggiare la SEO del tuo sito per diversi motivi, che riguardano sia l’esperienza dell’utente che il modo in cui i motori di ricerca indicizzano e valutano il tuo sito. Ecco una spiegazione dettagliata:

1.      Difficoltà di Indicizzazione

  • Accessibilità per i Motori di Ricerca: i motori di ricerca come Google utilizzano crawler per esplorare e indicizzare i contenuti del web. Se una pagina non è collegata internamente, è molto meno probabile che i crawler la trovino e la indicizzino. Questo significa che la pagina potrebbe non apparire nei risultati di ricerca, limitando la sua visibilità.

2.      Distribuzione del PageRank

  • Link Juice: i link interni aiutano a distribuire il “link juice” o PageRank attraverso il sito. Se una pagina è orfana, non riceve questa distribuzione di autorità, riducendo il suo potenziale per posizionarsi bene nei risultati di ricerca.

3.      Esperienza dell’Utente

  • Navigazione del Sito: le pagine orfane non sono facilmente accessibili agli utenti durante la navigazione del sito. Una cattiva esperienza utente può portare a un aumento della frequenza di rimbalzo (bounce rate) e a una diminuzione del tempo di permanenza sul sito, segnali negativi per i motori di ricerca.

4.      Rilevanza e Pertinenza

  • Contestualizzazione del Contenuto: i link interni aiutano a contestualizzare il contenuto delle pagine e a segnalare ai motori di ricerca la loro importanza relativa. Senza link interni, è difficile per i motori di ricerca capire come una pagina si inserisce nel contesto generale del sito.

5.      Aggiornamenti e Manutenzione

  • Obsolescenza del Contenuto: le pagine orfane sono spesso trascurate durante gli aggiornamenti del sito. Questo può portare a contenuti obsoleti o irrilevanti che rimangono online, influenzando negativamente l’autorevolezza complessiva del sito.

6.      Segnalazioni di scarsa Qualità

  • Segnali di Scarsa Qualità: i motori di ricerca possono interpretare la presenza di numerose pagine orfane come un segnale di scarsa qualità del sito. Questo potrebbe ridurre la fiducia del motore di ricerca nel sito, danneggiando la SEO generale.

Soluzioni per Mitigare il Problema

  1. Audit dei Link Interni: esegui regolarmente un audit per identificare e correggere le pagine orfane.
  2. Utilizzo di Strumenti SEO: usa strumenti come Google Search Console per monitorare e risolvere i problemi di collegamento interno.
  3. Aggiornamenti Regolari: assicurati che le pagine siano regolarmente aggiornate e collegate nei contenuti pertinenti.
  4. Creazione di Sitemaps: includi tutte le pagine nelle sitemaps per garantire che i crawler dei motori di ricerca le trovino.

Affrontare efficacemente le pagine orfane migliora la SEO del tuo blog, rendendo il sito più navigabile e aumentando le probabilità che le tue pagine vengano indicizzate e posizionate correttamente nei risultati di ricerca.

Come trovare le pagine orfane del tuo sito web

Trovare le pagine orfane del tuo sito web è un passo cruciale per migliorare la SEO e l’esperienza utente. Ecco una guida dettagliata su come individuare queste pagine utilizzando vari strumenti e metodi:

1.      Google Search Console

Google Search Console è uno strumento gratuito offerto da Google che ti permette di monitorare e mantenere la presenza del tuo sito nei risultati di ricerca di Google. Ecco come puoi utilizzarlo per trovare pagine orfane:

  • Accesso a Google Search Console: accedi al tuo account di Google Search Console.
  • Copertura dell’Indice: vai alla sezione “Copertura” nel menù a sinistra.
  • Esplora i Dettagli: esamina i dettagli delle pagine indicizzate e non indicizzate. Le pagine che risultano indicizzate ma non ricevono traffico possono essere orfane.
  • Rapporti di Sito: controlla i rapporti di copertura e i rapporti di sitemaps per identificare eventuali discrepanze tra le pagine che hai intenzione di essere indicizzate e quelle effettivamente indicizzate.

2.      Strumenti di Crawling

Utilizzare strumenti di crawling può aiutarti a esplorare il tuo sito in modo simile a come fanno i motori di ricerca. Ecco alcuni strumenti popolari:

  • Screaming Frog SEO Spider:

    • Scarica e Installa: scarica e installa Screaming Frog SEO Spider.
    • Crawl del Sito: avvia una scansione completa del tuo sito.
    • Analisi dei Risultati: esamina i rapporti per identificare le pagine che non hanno link interni in entrata. Queste sono potenzialmente pagine orfane.
    • Inlinks: utilizza la funzione “Inlinks” per vedere quali pagine non ricevono link da altre pagine del sito.

·         Ahrefs:

    • Audit del Sito: utilizza la funzione di Site Audit di Ahrefs.
    • Rapporto Pagine Orfane: Ahrefs può generare un rapporto specifico sulle pagine orfane, indicando quelle che non hanno link interni in entrata.

·         SEMrush:

    • Site Audit: utilizza il Site Audit Tool di SEMrush.
    • Verifica delle Pagine: esamina le pagine individuate durante l’audit per identificare quelle che non ricevono link interni.

3.      Analisi del Log del Server

Analizzare i file di log del server può fornire informazioni dettagliate sulle richieste fatte al tuo sito:

  • Accesso ai File di Log: accedi ai file di log del tuo server (generalmente accessibili tramite il pannello di controllo del server o tramite FTP).
  • Software di Analisi dei Log: utilizza software di analisi dei log come AWStats o GoAccess per analizzare il traffico.
  • Identificazione delle Pagine Orfane: cerca le pagine che ricevono visite dirette (tramite URL digitato o segnalibri) ma non traffico proveniente da altre pagine del tuo sito.

4.      Analisi della Mappa del Sito (Sitemap)

  • Confronto della Sitemap: confronta la tua sitemap XML con le pagine effettivamente linkate nel tuo sito.
  • Strumenti per la Sitemap: utilizza strumenti come XML Sitemaps o lo strumento di generazione di sitemaps di Screaming Frog per creare una sitemap e confrontarla con la struttura del tuo sito.

5.      Verifica Manuale

  • Navigazione del Sito: naviga manualmente il tuo sito per identificare le pagine che non sembrano essere collegate da altre pagine.
  • Verifica dei Collegamenti: controlla i menù di navigazione, le barre laterali, e i piè di pagina per assicurarti che tutte le pagine importanti siano collegate.

Come correggere le pagine orfane

Correggere le pagine orfane è fondamentale per migliorare la SEO e l’usabilità del tuo sito web. Ecco alcuni consigli su come affrontare e risolvere questo problema:

1.      Identificazione delle Pagine Orfane

Prima di tutto, utilizza strumenti come Google Search Console, Screaming Frog SEO Spider, Ahrefs, SEMrush, o analisi dei log del server per identificare le pagine orfane.

2.      Analisi delle Pagine Orfane

Una volta identificate, analizza ogni pagina orfana per determinare la loro importanza e il loro contenuto:

  • Rilevanza: la pagina è ancora rilevante e utile per il tuo pubblico?
  • Qualità del Contenuto: il contenuto è aggiornato e di alta qualità?
  • Coerenza: la pagina è coerente con il tema e gli obiettivi del tuo sito?

3.      Azione sulle Pagine Orfane

A seconda dell’analisi, decidi come procedere con ciascuna pagina orfana:

Aggiungere Link Interni

  • Creazione di Collegamenti: aggiungi collegamenti interni da altre pagine pertinenti del tuo sito verso la pagina orfana.
    • Contenuti Correlati: inserisci link all’interno di post o pagine correlate.
    • Menù di Navigazione: aggiungi la pagina nei menù di navigazione, barre laterali o piè di pagina, se appropriato.
    • Post del Blog: crea nuovi post del blog che includano link alle pagine orfane.

Aggiornare o Migliorare il Contenuto

  • Miglioramento del Contenuto: se il contenuto della pagina è obsoleto o di bassa qualità, aggiornalo o miglioralo.
    • Aggiornamenti: aggiungi informazioni nuove e pertinenti.
    • SEO On-Page: ottimizza la pagina per SEO, includendo parole chiave, meta descrizioni e tag alt per le immagini.

Rimozione o Reindirizzamento

  • Rimozione delle Pagine: se la pagina non è più utile o rilevante, considera di eliminarla.
  • Reindirizzamenti 301: se elimini una pagina, usa un reindirizzamento 301 per indirizzare il traffico a una pagina correlata o alla home page per evitare errori 404.

4.      Monitoraggio Continuo

Una volta risolto il problema delle pagine orfane, è importante monitorare il sito regolarmente per evitare che si ripresenti:

  • Audit Periodici: esegui audit regolari del sito per identificare nuove pagine orfane.
  • Aggiornamento della Sitemap: mantieni aggiornata la sitemap XML e inviala a Google Search Console.
  • Strumenti di Monitoraggio: utilizza strumenti di monitoraggio per controllare i link interni e assicurarti che tutte le pagine siano ben collegate.

5. Ottimizzazione dei Processi

  • Processo di Creazione dei Contenuti: integra nel tuo processo di creazione dei contenuti la verifica dei link interni, assicurandoti che ogni nuova pagina sia collegata adeguatamente.
  • Formazione del Team: se lavori con un team, forma i membri sulla necessità di collegamenti interni e sulla gestione delle pagine orfane.

Come evitare di avere pagine orfane

Evitare di avere pagine orfane è essenziale per mantenere una buona struttura del sito web, migliorare l’esperienza dell’utente e ottimizzare la SEO. Ecco alcune pratiche e strategie per prevenire la creazione di pagine orfane:

1.      Pianificazione e Strutturazione del Contenuto

  • Architettura dell’Informazione: progetta una chiara struttura del sito prima di creare nuove pagine. Assicurati che ogni nuova pagina abbia uno scopo specifico e una posizione ben definita nella gerarchia del sito.
  • Mappa del Sito: mantieni una sitemap aggiornata e ben organizzata che includa tutte le pagine del sito. Questo aiuta i motori di ricerca a trovare e indicizzare tutte le pagine.

2.      Collegamenti Interni Strategici

  • Strategia di Link Interni: implementa una strategia di link interni che assicuri che ogni nuova pagina venga collegata da almeno una o più pagine esistenti.
  • Aggiornamenti dei Contenuti: ogni volta che pubblichi nuovi contenuti, identifica le pagine esistenti pertinenti e aggiungi collegamenti verso il nuovo contenuto.
  • Link nel Menù e nelle Barre Laterali: includi le pagine principali nei menù di navigazione e utilizza le barre laterali per linkare a contenuti correlati.

3.      Utilizzo di Strumenti di Gestione dei Contenuti

  • Piattaforme CMS: utilizza un sistema di gestione dei contenuti (CMS) che supporti la gestione dei link interni e che offra plugin o estensioni per identificare e correggere le pagine orfane.
  • Plugin SEO: plugin come RankMath per WordPress possono aiutare a monitorare e suggerire collegamenti interni mentre crei nuovi contenuti.

4.      Monitoraggio e Manutenzione Regolare

  • Audit dei Link Interni: esegui audit regolari per verificare che non ci siano nuove pagine orfane. Strumenti come Screaming Frog, Ahrefs, e SEMrush possono essere utili per questo scopo.
  • Google Search Console: monitora Google Search Console per identificare eventuali pagine non indicizzate o con problemi di collegamenti interni.

5.      Creazione di Contenuti Coerenti

  • Piani Editoriali: segui piani editoriali che prevedano la creazione di contenuti coerenti e correlati tra loro, facilitando l’inclusione di link interni.
  • Aggiornamento Continuo: rivedi e aggiorna periodicamente i contenuti esistenti per includere collegamenti ai nuovi contenuti creati.

6.      Formazione del Team

  • Best Practice di SEO: assicura che tutti i membri del team che creano o gestiscono contenuti siano formati sulle migliori pratiche di SEO, inclusa l’importanza dei link interni.
  • Processi di Revisione: implementa processi di revisione dei contenuti che includano la verifica dei collegamenti interni.

7.      Integrazione di Collegamenti Esterni

  • Guest Posting e Collaborazioni: se pubblichi contenuti su altri siti o collabori con altri blogger, assicurati di includere link che puntano alle pagine rilevanti del tuo sito.

8.      Automazione e Strumenti di Analisi

  • Automatizzazione dei Link: alcuni strumenti e plugin possono automatizzare la creazione di link interni basati su parole chiave specifiche.
  • Analisi dei Dati: utilizza strumenti di analisi per monitorare il comportamento degli utenti e identificare le pagine meno visitate. Questo può aiutarti a capire quali pagine potrebbero diventare orfane.

Conclusione

Prevenire le pagine orfane richiede una combinazione di pianificazione strategica, monitoraggio regolare, e utilizzo efficace degli strumenti disponibili. Implementando queste pratiche, puoi mantenere una struttura del sito solida, migliorare la SEO e offrire una migliore esperienza utente.

Domande frequenti sulle pagine orfane

Ecco alcune domande frequenti (FAQ) sulle pagine orfane, insieme alle risposte che potrebbero aiutare a chiarire ulteriormente il concetto e la gestione di queste pagine nel contesto della SEO e dell’usabilità del sito web.

1.      Che cos’è una pagina orfana?

Risposta: Una pagina orfana è una pagina web che non ha alcun collegamento ipertestuale interno da altre pagine del sito. Questo la rende difficile da trovare sia per gli utenti che per i motori di ricerca, potenzialmente influenzando negativamente la SEO.

2.      Perché le pagine orfane sono un problema per la SEO?

Risposta: Le pagine orfane possono essere difficili da trovare per i motori di ricerca, il che significa che potrebbero non essere indicizzate correttamente. Inoltre, la mancanza di link interni riduce il trasferimento di autorità (link juice) a queste pagine, compromettendo il loro posizionamento nei risultati di ricerca.

3.      Come posso identificare le pagine orfane sul mio sito?

Risposta: Puoi identificare le pagine orfane utilizzando strumenti come Google Search Console, Screaming Frog SEO Spider, Ahrefs, SEMrush, o analizzando i log del server. Questi strumenti possono aiutarti a trovare pagine che non ricevono traffico interno o non sono collegate da altre pagine del tuo sito.

4.      Come posso correggere una pagina orfana?

Risposta: Per correggere una pagina orfana, puoi aggiungere collegamenti interni da altre pagine pertinenti del tuo sito. Puoi anche migliorare il contenuto della pagina per renderla più rilevante e utile, oppure reindirizzarla se non è più necessaria.

5.      Posso eliminare una pagina orfana?

Risposta: Sì, puoi eliminare una pagina orfana se non è più rilevante o utile. Tuttavia, è consigliabile impostare un reindirizzamento 301 dalla pagina eliminata a una pagina correlata o alla home page per evitare errori 404.

6.      Quali strumenti posso usare per gestire le pagine orfane?

Risposta: Puoi utilizzare strumenti come Google Search Console, Screaming Frog SEO Spider, Ahrefs, SEMrush e plugin SEO come Yoast SEO per WordPress. Questi strumenti aiutano a identificare, monitorare e gestire le pagine orfane.

7.      Come posso prevenire la creazione di pagine orfane in futuro?

Risposta: Per prevenire la creazione di pagine orfane, pianifica attentamente la struttura del sito, implementa una strategia di collegamenti interni, esegui audit regolari e forma il tuo team sulle migliori pratiche di SEO. Mantieni inoltre aggiornata la sitemap e monitorala regolarmente.

8.      Le pagine orfane influenzano l’esperienza utente?

Risposta: Sì, le pagine orfane possono influenzare negativamente l’esperienza utente. Senza collegamenti interni, gli utenti possono avere difficoltà a trovare queste pagine, il che può portare a una navigazione frustrante e a un aumento del bounce rate.

9.      Tutte le pagine orfane sono dannose per la SEO?

Risposta: Non tutte le pagine orfane sono necessariamente dannose. Alcune pagine, come le pagine di ringraziamento o le pagine di conferma, potrebbero non richiedere collegamenti interni. Tuttavia, è importante valutare ogni pagina orfana per assicurarsi che non stia danneggiando la struttura complessiva del sito e la SEO.

10.  Cosa fare se ho molte pagine orfane?

Risposta: Se hai molte pagine orfane, inizia identificandole e classificandole per importanza. Aggiungi collegamenti interni alle pagine rilevanti, aggiorna o migliora il contenuto dove necessario, e rimuovi o reindirizza le pagine obsolete. Implementa un piano di monitoraggio

Avvia WhatsApp
Ciao, hai bisogno di aiuto con la SEO?
Ciao!
Hai bisogno di aiuto con la SEO del tuo sito?